Cerca

Chiudi

Proroga divieto fattura elettronica: medici esenti nel 2024

Art. Proroga fatturazione elettronica 2024

Nel corso della riunione del Consiglio dei Ministri del 28 dicembre 2024, è stata ufficialmente approvata la bozza del decreto Milleproroghe, un provvedimento che proietta l’attenzione sul settore sanitario, in particolare sulla proroga del divieto di emissione di fattura elettronica per i Medici e gli Odontoiatri

L’attenzione principale è rivolta al dispositivo dell’articolo 10-bis del DL 23 ottobre 2018, n. 119, che inizialmente imponeva il divieto di emissione di fattura elettronica nel 2019. Questo provvedimento, volto a tutelare la privacy dei pazienti, è stato successivamente prorogato per gli anni 2020-2023.

Fattura elettronica: estensione proroga del divieto al 2024

Fattura elettronica: estensione proroga del divieto al 2024

Il decreto legge Milleproroghe ha prorogato per il 2024 il divieto, sottolineando l’importanza di rimandare l’implementazione della fattura elettronica fino a quando non sarà garantita la massima sicurezza nella gestione delle informazioni sanitarie. 

La sua estensione al 2024 sottolinea la rilevanza di garantire la confidenzialità delle informazioni sanitarie, confermando l’importanza di trovare un equilibrio tra l’innovazione digitale e la salvaguardia dei dati personali.

I perché della proroga al divieto fatturazione elettronica nel 2024

I perché della proroga al divieto fatturazione elettronica nel 2024

La proroga del divieto di fattura elettronica per Medici e Odontoiatri nel 2024 si presenta come una misura precauzionale per:

  • Salvaguardare la Privacy dei Pazienti: preservare la confidenzialità delle informazioni sanitarie emerge come priorità assoluta nel contesto della proroga del divieto di fattura elettronica. Questa misura mira a creare un ambiente medico digitale che assicuri la massima riservatezza dei dati sensibili dei pazienti.
  • Protezione dei Dati Sensibili: la proroga sottolinea l’importanza di difendere i dati personali da possibili esposizioni indesiderate, garantendo che le informazioni sanitarie restino al sicuro da intrusioni e divulgazioni non autorizzate.
  • Equilibrio tra Trasparenza e Riservatezza: l’elenco delle priorità include la necessità di trovare un equilibrio accurato tra la trasparenza delle pratiche sanitarie e la tutela della riservatezza individuale. La proroga riflette l’impegno nell’armonizzare questi due elementi cruciali.
  • Risposta alle Esigenze Digitali: nel contesto di un’era sempre più digitalizzata, la proroga rappresenta una risposta consapevole alle esigenze della società, riconoscendo che l’innovazione nel settore medico deve essere accompagnata da misure robuste di protezione dei dati.
  • Sostenere una Pratica Medica Sicura: la salvaguardia della privacy non è solo un atto di rispetto verso i pazienti, ma contribuisce anche a creare un ambiente medico sicuro e fidato, fondamentale per il mantenimento della salute pubblica e della fiducia nella pratica medica.

Salvaguardare la privacy nel contesto medico digitale

Salvaguardare la privacy nel contesto medico digitale

Nel costante avanzare della digitalizzazione nel settore medico, la proroga del divieto di fattura elettronica per Medici e Odontoiatri nel 2024 emerge come una barriera cruciale per preservare la privacy dei pazienti

Questo provvedimento riflette la necessità di bilanciare l’innovazione tecnologica con la tutela dei dati sensibili, riconoscendo che la digitalizzazione della pratica medica deve essere guidata da un impegno etico e responsabile.

I nostri social

Potrebbe interessarti

Articoli Correlati